Hikaru Mori

Hikaru Mori

Nata a Sapporo in Giappone nel 1964, Hikaru Mori si laurea in architettura presso l’Università Statale di Tokyo Geijytsu Daigaku dove consegue anche il dottorato di ricerca.
Successivamente si trasferisce a Milano dove si specializza in architettura d’interni e dove intraprende l’attività professionale in proprio, occupandosi parallelamente di architettura e design.Dal 1997 forma con Maurizio Zito il gruppo ZITO+MORI che opera nel settore della progettazione di opere di architettura, arredo urbano, verde attrezzato e allestimenti.Hikaru Mori ha disegnato la collezione di lampade Iota per Nemo e per Lucitalia ha progettato Adam, innovativo sistema di piastre multiuso a soffitto in cui possono trovare alloggiamento una serie di servizi e corpi illuminanti di diverse morfologie.
Per Pibamarmi ha firmato Stone Likes Water, collezione in pietra per il bagno.
Tra le sue principali realizzazioni di architettura si ricordano le cantine per l’azienda Feudi di San Gregorio nei pressi di Avellino e la cantina Bisceglia a Potenza.